Gioielleria Porro

Gioilleria Porro_pietre preziose

PERIDOTO: LA “PIETRA DEL SOLE” PERFETTA DA REGALARE A CHI È NATO AD AGOSTO

“…nel bel mezzo del caos ho scoperto che vi era in me un’ invincibile tranquillità” A.Camus


Esiste una pietra che da secoli è vissuta come gemma dell’abbondanza e della fiducia in se stessi, il Peridoto. Verde come la natura, rappresenta il cuore dello spirito di guarigione come i boschi incontaminati. Quale miglior gemma può rappresentare agosto, il mese dal carattere forte, nei suoi colori decisi e nelle sue calde temperature?!

Crisolito, nome alternativo con cui si indica questa pietra, significa “pietra d’oro” (dal greco chrysos lithos) perché, nonostante il colore verde con cui la si può ammirare, se guardato alla luce del sole acquisisce del bellissimi riflessi dorati.
Come nel caso di tantissime pietre, la sua veste cromatica non è determinata dalle impurità presenti al suo interno ma dal bilanciamento dei due principali elementi che la compongono, il ferro e il magnesio: maggiore è la quantità del primo, più intenso sarà il suo verde. La meravigliosa tonalità brillante verde oliva conferisce alla pietra anche il nome di Olivina.

Conosciuta in passato dai Greci e dai Romani (questi ultimi la chiamarono topasios confondendola con il topazio), veniva da loro utilizzato come amuleto protettore dagli spiriti maligni. Fu bottino di guerra dei cavalieri delle Crociate che la portarono dalla Terrasanta; nella Bibbia viene menzionata come pietra presente nel muro della nuova Gerusalemme. Gli Egizi la utilizzavano come pietra decorativa e nei rituali sacri mentre i maghi del Rinascimento la considerarono un potente talismano. Era anche la pietra favorita dagli zar di Russia e dai sultani dell’Impero ottomano.

È storicamente nota per essere una buona pietra da indossare mentre si lavora sul proprio essere spirituale. I gioielli di olivina sono così affascinanti e potenti, tanto che si sostiene come anche un piccolo frammento possa apportare vibrazioni positive nella propria esistenza. Permette di imparare a sentirsi più facilmente felici: la sua energia positiva fluisce attraverso chi la indossa e aiuta ad affrontare i problemi con serenità, laddove fosse necessario. Trattandosi di un minerale che vibra molto con il chakra del cuore, ha una forte azione calmante e spinge ad avere una visione positiva della vita.

Il Peridoto è una pietra semi-preziosa appartenente alla classe dei nesosilicati e cristallizzante nel sistema rombico.

Oltre al diamante, è l’unico minerale che cristallizza nella crosta terrestre e non in profondità.

Gli antichi pensavano che fosse derivata da un’esplosione solare.

E sembra essere proprio così! Alcuni frammenti sono stati rivenuti persino su meteoriti, sulla Luna e su Marte.

Questo confermerebbe l’antica teoria che la vuole come uno dei materiali prodotti dalla formazione della nostra galassia.

Per la precisione il Peridoto è a tutti gli effetti il capostipite del gruppo delle olivine. All’interno del gruppo troviamo alle due estremità  la fayalite e la forsterite mentre l’olivina al centro. La sua peculiarità è rappresentata dalla fusione a temperature elevate.
Sotto l’aspetto cromatico essa può assumere tonalità differenti, giallo, verde, giallo verdastro, verde giallastro, bruno, bruno rossastro, nero verdastro e bianco.
Giacimenti di questo minerale sono presenti in Italia, in particolare sulle pendici del Vesuvio. Altri giacimenti si trovano in Brasile, in Pakistan, in Australia, in Irlanda, in Russia, in Sud Africa, in Sri Lanka, negli Stati Uniti e in Egitto. Dato che fonde a temperature molto elevate, è usata come costituente di materiali refrattari ed abrasivi all’interno di apparecchi elettronici ad alta frequenza. Troviamo questo minerale anche in pellicole sottili, ceramiche, leghe e collanti per alte temperature.
Esclusivamente i cristalli maggiormente trasparenti, ossia quelli che presentano una tonalità più intensa e gradevole, possono essere lavorati e rientrare nel campo gemmologico.

Rispetto ad altre pietre usate in gioielleria, l’ olivina è una gemma relativamente poco costosa se il peso è sotto i 4 carati.

Oltre i 10 carati il peridoto diventa molto raro e costoso. Il più grande peridoto olivina è un esemplare di 310 carati (62 grammi) nello Smithsonian Museum di Washington, DC. Se desiderate un gioiello con un peridoto di una certa dimensione, sappiate che la qualità commerciale è divisa nelle classi A e B. Le prime sono limpide e senza sfumature marroni mentre quelle di qualità B hanno un colore più pallido o hanno inclusioni visibili. La tonalità più richiesta è sicuramente il green forest.

L’olivina è una gemma fragile al punto da temere scalfiture, può rovinarsi semplicemente strofinando contro gli oggetti o con forti cambi di temperatura. E’ buona norma custodire i gioielli con incastonate queste pietre da tutti gli altri.

Se ami i colori con una forte personalità allora il peridoto con il suo colore unico è senza dubbio quello che fa per te!